MEDIARES i talk di UNA-PRHUB

UNA – PRHUB in campo per la fase di recovery: al via il ciclo dei Talks MEDIARES.

Dalla fase due alla nuova normalità. Un ciclo di 8 talk come contributo delle relazioni pubbliche per il rilancio dei settori in crisi.

 

05 maggio 2020 – UNA PRHub scende in campo nella fase 2 di Recovery con un ciclo di 8 Talks tematici dedicati ai settori più colpiti dalla crisi. Si parte il 6 maggio alle ore 18.00 con il primo talk dedicato al settore del turismo. Seguiranno ogni mercoledì alle ore 18.00 altri sette incontri dedicati al settore Farmaceutico, Green Economy, Gdo & Delivery, Food, Automotive & Smart Mobility, Design,  Logistica/Safety/Industry 4.0

 

Gli incontri ospiteranno rappresentanti delle Istituzioni, delle aziende e dei media che insieme ai professionisti delle relazioni pubbliche e della comunicazione si confronteranno in modo operativo sugli strumenti e le azioni che possono sviluppare le imprese di ogni specifico comparto per riconquistare i mercati e il proprio valore.

 

L’iniziativa è un contributo culturale e di formazione per la ripartenza che il Network delle agenzie di relazioni pubbliche PR Hub parte dell’Associazione delle aziende italiane della comunicazione UNA vuole offrire ai diversi settori produttivi del Paese mettendo a disposizione competenze, esperienze e spunti per azioni concrete a sostegno della ripartenza.

 

L’estate sta finendo? Questo il titolo del primo appuntamento dei MEDIARES, durante il quale saranno analizzati i dati e i temi legati alla crisi del comparto turistico. Il confronto ha l’obiettivo di provare a far nascere idee e soluzioni praticabili da declinare e mettere a terra per la stagione estiva ormai alle porte. Ospiti del primo Talk: l’Assessore al Turismo di Regione Liguria Giovanni Berrino, il Direttore Generale di Confindustria Alberghi Barbara Casillo, il Direttore di Geo Travel Network SpA Dante Colitta e il Direttore di TTGItalia Remo Vangelista. Padroni di casa Lorenzo Brufani, CEO di Competence Communication e Federico Alberto, CEO di StudioWiki, leader agency nel settore del Turismo.

 

“Le imprese del turismo devono adottare la strategia della concretezza” – commenta Lorenzo Brufani, CEO Competence.- “Servizi ad hoc per i “cocooners”: clienti over 60 che non vanno definiti “vecchi” ma che hanno tempo e voglia di fare esperienze gastronomiche e culturali anche a corto raggio. Aiuti immediati, a fondo perduto, per le imprese più colpite del comparto” – continua Federico Alberto di Studiowiki. “Altrimenti si rischia di riaprire senza più un tessuto di offerta. Conoscenza del dato per coordinare e prevedere gli scenari in rapida evoluzione, forte spinta innovativa per la gestione del sistema Turismo, volta alla difesa dell’equity di marca”.

 

“E’ bene parlare già da subito di ripresa del turismo in quanto è uno dei volani per l’Italia ed è proprio in questi momenti che le istituzioni devono essere vicine in modo concreto a chi lavora in questo settore – spiega l’Assessore al turismo di Regione Liguria Giovanni Berrino -. Regione Liguria, ad esempio, ha sottoscritto un accordo con associazioni datoriali e sindacati per l’erogazione di bonus assunzionali rivolti a bar, ristoranti, stabilimenti balneari e hotel mettendo a disposizione 6 milioni di euro. Un aiuto importante affinché tutte queste attività possano aprire dando continuità ai rapporti di lavoro”.

 

“Non abbiamo più tempo. Il decreto “maggio” è l’ultima chiamata per le aziende alberghiere, se non arrivano subito misure importanti a sostegno di un settore che oggi ha il 96% del personale in cassa di integrazione, sarà poi molto difficile poter riaprire” conclude Barbara Casillo, DG di Confindustria Alberghi

Dalla situazione attuale alle iniziative di rilancio, idee concrete su cosa fare, sia per il sistema turistico, sia per le singole attività.

 

Link per poter accedere al Talk: unacom.it