INova n°32 – RI-GENERAZIONI, Urban destination e spazi altri

RI-GENERAZIONI, Urban destination e spazi altri

 

di Elisa Di Padova

 

Questo pomeriggio alle ore 17 è in programma RI-GENERAZIONI, Urban destination e spazi altri il seminario digitale della piattaforma Travel Marketing Days – la destination design conference – che lancia e promuove eventi di ricerca e approfondimento su specifici ambiti di interesse.

“Come le destinazioni urbane si comunicheranno dopo la pandemia e trarranno beneficio dalla rigenerazione degli spazi nel continuum reale-digitale? – si interroga Federico Alberto CEO Studiowiki e ideatore dell’iniziativa.  Come la città si dovrà ripensare e in che modo sarà in grado di acquisire una nuova identità, anche in logica turistica? Lo spazio digitale è davvero la nuova frontiera? Un’opportunità di relazione inedita tra la destinazione e il turista/viaggiatore: nuove esperienze di viaggio, nuove modalità di comunicazione con il target e nuove fruizioni turistiche digitali degli spazi per le urban destination di domani? E in tutto questo, i concetti di autenticità e verità, tanto cari al turista del city break, spariscono del tutto o diventano semplicemente qualcosa d’altro che non sappiamo ancora bene come definire?”.

Per ragionare insieme su queste e molte altre domande è stato ideato questo momento digitale di condivisione e confronto.

L’iniziativa è organizzata da Studiowiki e Wikiacademy in collaborazione con INova, testata quindicinale di approfondimento sui temi dell’innovazione nel turismo e nella comunicazione e rappresenta il momento conclusivo del progetto – Un Manifesto per Genova –, che ha coinvolto artisti e designer provenienti da tutta Italia che hanno tradotto in opere le idee, i concetti e i contenuti provenienti da quella che è stata la ferita del crollo del Ponte Morandi. 

Un Manifesto per Genova è stato quindi, a sua volta, un progetto di “rigenerazione”. 

Il contest ha raccolto 70 opere provenienti da tutta Italia e il momento della restituzione è stato organizzato con il Municipio V del Comune di Genova che ha indicato un progetto di restauro culturale molto significativo per i cittadini della comunità della Valpolcevera, proprio la più colpita dal crollo del Ponte Morandi. “Abbiamo pensato che fosse giusto, utile e interessante – continua Federico Alberto -, che la restituzione finale di una iniziativa che era partita da un concetto innovativo di cultura costruita dal basso andasse a beneficio di un luogo culturale caro proprio a quella comunità”. Il ricavato della raccolta fondi sarà devoluto al restauro della Cappella di Sant’Orso del Parco storico monumentale di Villa Serra. Nella graduatoria del contest i primi tre posti sono andati rispettivamente a Sara Mariolini (Entratico, Bergamo, classe 1992) con BrokenAntonio Massara (Palermo, classe 1961) con Avanti!Samantha Woods (Genova, ma nata a Hanau, Germania, classe 1989) con How many times have I crossed that bridge?

Dopo i saluti istituzionali di Davide Arduini, vicepresidente di UNA e di Federico Romeo, Presidente del Municipio V di Genova – partner del progetto – aprirà i lavori Luca Borzani con una lectio sui temi della giornata di studi: gli spazi e le relazioni nella città, tra le città, tra città e fuori-città. Come cambieranno gli spazi urbani e la loro percezione nella nuova normalità che ci attende dopo lo shock? Direttore della testata mensile La Città, editorialista dell’edizione genovese de La Repubblica, Borzani è stato docente all’Università di Genova, ricercatore e consulente presso diversi enti e assessore del Comune di Genova per due mandati con delega a scuola e poi cultura. Nel 2004 ha riorganizzato la rete dei musei genovesi e costruito un modello di gestione innovativo attraverso la collaborazione tra pubblico e privato. Nel 2007 ha ideato e dato vita a Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura di cui è stato Presidente fino al 2017 e che oggi costituisce la più importante istituzione culturale della Liguria. 

Di rigenerazioni urbane si parla da tempo e durante il seminario verranno trasmessi tre video che raccontano tre diversi interventi di rigenerazione urbana in Italia: le Catacombe di San Gennaro del rione Sanità di Napoli della Cooperativa La Paranza, il Mercato di Lorenteggio di Dynamoscopio a Milano e il Mercato Sonato de l’Orchestra senza spine del quartiere di San Donato di Bologna. 

Con il secondo panel si entra nel cuore della discussione e si affronta la rigenerazione alla luce del cambiamento che la pandemia e la digitalizzazione hanno generato nella percezione degli spazi. Aldo Buzio, consulente di progetti culturali, tratterà il tema della rigenerazione urbana e del dualismo centro-periferia, reale-digitale. Direttore di Turismo in Langa, responsabile legale di Associazione CRAFT, project manager di Creativamente Roero, Aldo Buzio è consulente in progetti culturali, coach, tutor e formatore in vari progetti di creazione e strutturazione d’impresa.

Alla concretezza dei progetti portati a termine l’evento di oggi vuole accompagnare la visione e la ricerca accademica: Nicolò Casiddu, Direttore del dipartimento di Architettura e Design dell’Università degli Studi di Genova, interverrà sulla nuova identità delle città. Anche in logica turistica. Professore ordinario di Design, Casiddu è direttore del Dipartimento Architettura e Design dell’Università degli Studi di Genova. Nel 2020 è stato nominato, dal Ministero dell’Università e della Ricerca, nella Commissione di esperti per la redazione del programma di Ricerca Nazionale (PNR) 2021-2027 per l’Ambito Tematico “Creatività, Design e Made in Italy” del Grande Ambito di Ricerca e Innovazione “Cultura Umanistica, Creatività, Trasformazioni Sociali, Società dell’inclusione”.

Di turismo, rigenerazione e spazio digitale si proseguirà a parlare con Enrico Ferrero, amministratore delegato di Ideazione srl ed esperto in destination management. Ferrero è inoltre consulente strategico di istituzioni ed enti operanti nell’ambito dello sviluppo ed empowerment di imprese e territori. Insieme a lui ci sarà Maria Elena Rossi, Direttrice marketing di ENIT, che ha siglato recentemente l’intesa Valore Paese Italia, iniziativa di valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico verso un turismo sostenibile. Maria Elena Rossi è dal 2018 alla guida della Divisione Marketing e Promozione della Gestione dell’Ente Nazionale Italiano per il Turismo dove si occupa di sviluppo, attuazione e monitoraggio di piani di marketing volti a promuovere il turismo in Italia sia a livello nazionale che internazionale, in collaborazione con le Regioni italiane, gli enti locali, le organizzazioni di categoria e altri attori del settore turistico. 

L’ultimo panel dell’evento è quello che chiude il cerchio: come si tengono insieme gli spazi della città, la rigenerazione urbana e la promozione turistica? Con la comunicazione. Questo aspetto verrà approfondito con Andrea Cornelli, già Presidente e Ceo di Ketchum Italia, poi Omnicom PR Group, ricopre oggi il ruolo di Chief Innovation Officer nel gruppo SEC Newgate. Da sempre convinto sostenitore dell’assoluta necessità del lavoro in sinergia e della condivisione del sapere per accelerare la crescita di tutto il sistema Italia, è stato tra i fondatori di PrHub, il gruppo associativo di riferimento delle PR in Italia parte di UNA, Aziende della Comunicazione Unite, di cui è vicepresidente. Insieme a Cornelli ci sarà anche Rossella Rosciano, CEO & Co-Founder di MiRò Comunicazione, un’agenzia local con spirito internazionale e con un mix integrato di competenze legate al settore delle pubbliche relazioni, comunicazione e marketing. 

Per partecipare è sufficiente collegarsi sul sito www.travelmarketingdays.it ma è possibile seguire l’evento anche in diretta facebook sulla pagina @travelmarketingdays

Moderano e conducono gli interventi Federico Alberto ed Elisa Di Padova, rispettivamente CEO e responsabile Ufficio Stampa di Studiowiki.

L’evento è patrocinato da UNA – Associazione nazionale delle Agenzie di Comunicazione.