INova n° 40 – La città di Finale Ligure sceglie DE.DE Destination Design

Progettazione ed esecuzione di un piano strategico integrato per lo sviluppo turistico della destinazione

 

di Federico Alberto

 

DE.DE, nuovo marchio del raggruppamento di imprese Ideazione, Studiowiki, Itur, vince la gara indetta dal Comune di Finale Ligure. La destination design company fornirà i servizi di marketing, promozione, comunicazione, digitalizzazione e sviluppo del prodotto della destinazione ligure fino all’estate 2022.

DE.DE Destination Design, rete di imprese composta da Itur, Ideazione e Studiowiki – tre società con competenze e caratteristiche differenti ma con un denominatore comune, quello di rafforzare e far crescere le destinazioni turistiche – si è aggiudicata la gara bandita dal Comune di Finale.

La rete ha nel tempo consolidato un rapporto di collaborazione in grado di offrire alle destinazioni, in un’unica soluzione, il mix integrato e altamente professionale di tutte le competenze necessarie: Ideazione opera da oltre vent’anni nel campo dello sviluppo e del marketing turistico e territoriale; Itur ha una decennale esperienza nella gestione di uffici di informazione e accoglienza turistica su tutto il territorio nazionale e nell’attività di tour operator; Studiowiki è l’agenzia savonese di comunicazione associata UNA, specializzata nella brand strategy e nell’implementazione di azioni promo-commerciali per il comparto turistico. Questo sodalizio è già stato scelto da molte destinazioni turistiche italiane.

 

Finale Ligure è una fra le più prestigiose località turistiche della riviera ligure di ponente, anche definita Riviera delle Palme o Ligurian Riviera. Nomi che raccontano quella porzione di territorio a ponente di Savona che presenta caratteristiche ambientali, storico-culturali e climatiche uniche.

Prestigiosa località balneare fin dal boom economico della fine degli anni Cinquanta del secolo scorso, con quattro borghi principali e molte belle frazioni di entroterra tutte da scoprire attraverso itinerari da percorrere in bici o a piedi. Finalmarina, Finalpia, Finalborgo e Varigotti. Ognuno peculiare, tutti da vedere e vivere.

 

 

La Marina con le spiagge, la splendida passeggiata – una fra le più belle della Liguria – il centro storico. Finalpia, a est, con capo San Donato, le spiagge meno frequentate, il porto turistico e la magnifica Abazia Benedettina. Finalborgo, dove perdersi nel Medioevo, tra i vicoli stretti, le bellissime piazze, i ristoranti e i piccoli negozi, sovrastati dalla fortezza e dal castello. Varigotti, più che un borgo saraceno, una magia dove le case aprono le porte sulla spiaggia.

Sabbia fine, calette e insenature meravigliose di acqua color smeraldo, come nella mitica Baia dei Saraceni. Oltre alla spiaggia, i tanti sport legati al mare e il relax di una vacanza impreziosita dalla ricchezza delle esperienze che il territorio offre e dalla pluralità dei servizi ricettivi e balneari che sanno adattarsi ad ogni tipo di esigenza. Un mare premiato bandiera blu per la salubrità e pulizia dell’acqua; bandiera verde dei pediatri italiani che sanciscono le località di vacanza a misura di bambino; e bandiera Lilla per l’attenzione e accoglienza prestata ai turisti con disabilità.

Se dalla battigia si proverà a dare le spalle al mare e guardare cosa sta dietro, si scoprirà un entroterra di verde montano intenso dal quale si ergono i grigi pennacchi delle falesie di roccia. È la Finale paradiso dell’outdoor. Un territorio che per morfologia, sentieristica e clima si presta perfettamente ai tre grandi sport dell’outdoor green: il bike, il climbing e il trekking. Un segmento fondamentale per Finale Ligure, che oggi è valorizzato e promosso dal Consorzio FOR, Finale Outdoor Region.

 

Finale Ligure e il finalese, un luogo abitato sino dalla Preistoria. Qui l’uomo ha lasciato tracce archeologiche fondamentali: la grotta delle Arene Candide, santuario della preistoria noto a livello mondiale, ha restituito una delle migliori sepolture di epoca preistorica: gli archeologi lo hanno chiamato il “giovane principe”, per l’età dello scheletro e la ricchezza del corredo sepolcrale. Oggi, l’importante Museo Archeologico del Finale, che sorge all’interno del bellissimo complesso medioevale dei Chiostri di Santa Caterina di Finalborgo tutela i reperti e li racconta, anche attraverso affascinanti laboratori didattici per i bambini e le famiglie. Finale è ricca di cultura, un patrimonio che oggi è custodito e promosso dal MUDIF, il Museo diffuso del Finale, che propone percorsi attraverso 350mila anni di storia.

 

“Un territorio che offre ai suoi visitatori la possibilità di svolgere moltissime attività in tutte le stagioni  grazie al clima mite e favorevole tutto l’anno” – spiega l’Assessore al turismo Claudio Casanova. Finale è bella d’estate, per la stagione balenare; in autunno, per i suoi boschi, i suoi paesaggi e la sua calma; in inverno, per la mitezza del clima; in primavera, per la varietà dei suoi sport outdoor che, ormai, si praticano tutto l’anno”.

 

Per Finale Ligure la rete si occupa di sviluppare un piano strategico integrato per lo sviluppo turistico della destinazione e fornisce i servizi di marketing strategico e governance, promozione, comunicazione, digitalizzazione, sviluppo del prodotto, coordinamento e supporto agli uffici IAT.

 

Siamo entusiasti di cominciare questo percorso. Possiamo dire che Finale è “il posto perfetto” (The perfect place, come recita il pay off corporate che accompagna il marchio), dove mare, natura, patrimonio culturale ed enogastronomia si arricchiscono reciprocamente regalando ai turisti, ma anche ai suoi abitanti, un ventaglio di esperienze ricco, diverso, sempre nuovo durante tutte le stagioni dell’anno.

 

Nello specifico, Ideazione si occuperà di sviluppare il piano strategico biennale e il piano operativo annuale, della governance e dello sviluppo della destinazione con animazione sul territorio anche attraverso tavoli di prodotto con gli operatori.

Studiowiki, agenzia associata UNA, si occupa dell’ecosistema legato alla comunicazione: dal piano di comunicazione, allo sviluppo di una redazione della destinazione che ha individuato le linee narrative che verranno riportate su tutti gli strumenti e i canali. Sono in fase di messa a sistema le PR e Media relation, il social media management, la content creation con realizzazione di campagne fotografiche e pillole audiovisive, una nuova campagna di comunicazione e una digital strategy dinamica che sappia adattarsi all’evolversi della pandemia e del mercato turistico nei mesi futuri.

Itur si occuperà invece di coordinare le attività correlate al popolamento del nuovo destination management system – DMS (Deskline 3.0 di Feratel) del portale visitfinaleligure.it, della mappatura e strutturazione dell’offerta sul territorio, del supporto agli uffici IAT.